Storia e origine del Presepe di Natale

Come ogni cosa che riguarda il Natale, anche il presepe ha le sue origini, sappiamo che rappresenta la Natività ovvero, la nascita di Gesù e che in primis il presepe era composto solo da una stalla, una mangiatoia due animali, l'asinello e il bue, e un po' di paglia.

Il termine "Presepe" deriva dal Latino "praesaepe" il cui significato indicherebbe la parola mangiatoia, oppure, anche la parola recinto dove ai tempi si tenevano gli animali.

Le prime informazioni sul presepe, risultano dai Vangeli di Luca e Matteo che riporterebbero, appunto, la nascita di Cristo a Betlemme.

Ad oggi i più importanti presepi sono quello di San Francesco d'Assisi e il presepe Napoletano, uno per la fedele riproduzione in terracotta dei personaggi e la continua evoluzione di esso, e l'altro per la rappresentazione vivente della nascita di Cristo, entrambi ogni hanno vengono riprodotti con le stelle modalità dei primi anni, aggiungendo solo qualche personaggio in più.

Ricordiamo che il primo presepe fu proprio quello di San Francesco, che nel 1223 in scena la natività del Bambin Gesù.

Il presepe più antico d'Italia si trova sotto la Cappella Sistina in Santa Maria Maggiore che è situata a Roma.

In origine i presepi venivano posti solo ed esclusivamente nelle chiese venendo considerati i più belli.

Con gli anni avvenire i presepi lasciarono le chiese per comporsi anche nelle case, con personaggi fatti di porcellana, terracotta, pasta al sale o anche costruiti in legno.

Da qui, la storia del presepe si diffuse in tutto il mondo, entrando anche nelle case degli aristocratici.

origini del presepeDal primo presepe vivente di San Francesco, si passa a quello più richiesto ed originale, soprattutto artigianale, ovvero, il presepe napoletano, dapprima munito anch'esso solo di una capanna, due animali e la mangiatoia, fino poi ad espandersi, creando delle vere e proprie scene della natività di Gesù.

Quindi si iniziò a costruire il presepe con, non solo il bambino Gesù, ma anche Giuseppe, Maria, i Re Magi, i pastori etc.

Questo presepe, a differenza di quello vivente, è composto di personaggi in terracotta riprodotti nei minimi particolari.

La realizzazione di questi presepi non si limitò più solo ai personaggi, ma si passò a realizzaro artigianalmente anche i villaggi, le abitazioni, le viette, e successivamente, a costruire anche gli alberi, i veicoli creando una vera e propria rappresentazione del periodo e del luogo in cui nacque Cristo.

Ogni anno viene riproposto e sempre con maggiori dettagli e migliorie.

Oggi, in ogni casa, non manca mai il presepe assieme all'albero di Natale: I presepi sono un elemento molto importante per le decorazioni natalizie delle nostre case, perchè non solo ricreano la magia del Natale, ma anche perchè rappresentano un modo bello e sereno di stare tutti insieme e ripercorrere la storia della nascita di Gesù bambino