Il Pranzo di Pasqua 2013

Immancabile come sempre su ogni tavola imbandita che si rispetti per i festeggiamenti della Santa Pasqua, l'agnello fa la sua comparsa come elemento principale dell'arte culinaria pasquale.

Dopo ben quaranta giorni di Quaresima, durante i quali gli osservanti le prescrizioni religiose hanno escluse la carne in tutte le sue forme dalle loro diete, ecco che l'agnello diventa il vero e proprio protagonista del pranzo.

A seconda delle specificità della cucina regionale italiana, vi è una grande varietà di piatti che precedono ed accompagnano questo prelibato secondo.
Si va dai cappelletti in brodo molto amati soprattutto nel nord Italia alle paste fresche ripiene come i tortelli ed i ravioli, sempre preferiti nelle feste accanto all'opzione di scelta più gettonata data da pasta al forno, lasagne e cannelloni.
Il pranzo di Pasqua, aldilà del suo menù importante è certamente considerato un momento durante il quale rinsaldare il forte legame familiare.

E' tradizione, infatti, ogni anno, che ci si ritrovi in casa di nonni, zii o parenti che hanno la disponibilità di una casa grande ed accogliente che si ponga come il nodo dal quale dipartire tutte le generazioni familiari, unite e strette tutte attorno ad un'unica grande tavolata.

La Pasqua, così come il Natale, è uno di quei giorni durante i quali si predilige dare spazio alla convivialità con i parenti e quindi quale modo migliore per farlo se non durante il pranzo?
Andando a parlare strettamente invece di quelli che sono i cibi che solitamente imbandiscono le principali tavole italiane per Pasqua, è chiaro come sia d'obbligo fare anche riferimento a tutti quei dolci che all'interno di queste feste giocano un ruolo da grandi protagonisti.
Stiamo parlando in particolar modo delle colombe pasquali e delle uova di Pasqua.

A differenza di quando ti possa pensare, le uova non sono solamente un dolce destinato ai più piccoli. Il cioccolato infatti piace tanto e piace a tutti, adulti e bambini, ed ecco perché sempre più di frequente anche tra adulti vige la consuetudine di regalarlo sotto forma di uovo, simbolo della Pasqua. Le colombe, dal canto loro, insieme ai panettoni e pandori natalizi, invece, sono il dolce più rappresentativo di questa festività, che sulla tavola imbandita per il pranzo della Santa Pasqua, proprio non posson mancare.

Aldilà di cercare di evidenziare uno su tutti un menù che possa andare bene a descrivere la tavola di Pasqua, è d'obbligo poi anche evidenziare come ciascuno poi possa apportare o meno modifiche e variazioni ai menù sulla base del proprio gusto.

Su una cosa sembra non si possa transigere e questa è l'agnello, a patto sempre che però non siate animalisti o vegetariani.