Regali economici per Natale 2013

Questo 2013 non sarà sicuramente l'anno dei grossi regali, non sarà l'anno delle spese pazze durante i saldi, così come già ha denunciato un'atmosfera natalizia forzata già dai primi novembre da commercianti alle prese con la crisi.
La crisi economica che attanaglia il nostro paese, ha colpito più o meno tutti. In molti ci diciamo che non festeggiare questo Natale forse sarebbe più coerente che pensare di fare per l'ennesimo anno i regali e regalini a tutti, ma siccome poi alla fine siamo attratti da luccicchii e vetrine, ripieghiamo sul fare i regali, a patto che siano regali utili e poco costosi.

La moda che maggiormente sta segnando il Natale 2013 tende al riciclo. Non stiamo parlando di regali riciclati e cioè già utilizzati e poi ri-regalati come fanno alcuni, che ci sembra anche talvolta di cattivo gusto, ma proprio partendo dai materiali di riciclo, è possibile realizzare tutta una gamma di accessori, borse e oggettistica utile, divertente e poco dispendiosa.

C'è chi ha deciso di creare gioielli con il riciclato, chi invece realizza meravigliose pochette da chiudere rigorosamente con tanto di bottone e tappo di plastica e chi, invece ha rispolverato le borsette in tetrapack che qualche anno fa andavano tanto di moda. Insomma, la corsa al negozio più griffato ci sembra essere oggi solo un lontano ricordo ma di contro, questa crisi forse ci lascia anche un po' di tempo da dedicare alla nostra creatività e all'originalità delle nostre creazioni.

Sono moltissime le persone che cercano di realizzare da ciò che trovano in casa, un regalino, un pensierino che possa stupire e allo stesso tempo che possa tornare utile al destinatario del dono. E così vediamo donne regalano ad altre donne oggetti ed utensili da cucina magari realizzati homemade, uomini che come sempre continuano a non farsi regali o a regalarsi libri, perché il peso della cultura è sulle loro spalle anche a Natale e alla fine, i veri destinatari del Natale e dei regali sono i bambini.

Per loro c'è veramente l'imbarazzo della scelta anche perché, c'è da dire la verità: siamo capaci di risparmiare per noi stessi ma non rinunceremmo mai al regalo e al sorriso di un bambino mentre scarta il suo pacco con un'espressione di stupore e di gioia sul volto. E così per loro non scatta il riciclo ma scattano i regali veri e propri e si è capaci di mandare in frantumi i budget che ci si era prefissi di spendere per i regali natalizi.

Ma come fare se le ristrettezze economiche ci obbligano anche a fare economia per quanto riguarda i bambini? Cerchiamo di aguzzare l'ingegno e facciamoci più furbi di una crisi che tarda a chiudersi. Compriamo i giochi di società. Li si può trovare anche che non siano della marca più costosa e faremo sempre un figurone. I giochi di società coinvolgono sempre tutti attorno al tavolo e quello che sembrava un regalo banale, spesso si trasforma in un modo per aggregare e stringere tutti insieme in un gioco divertente anche se semplice.

E' necessario sempre ricordare che talvolta la bellezza delle cose sta anche nella loro semplicità e che non sempre si può essere nella condizione di permettersi di tutto. Per questo motivo il Natale ci spinge ad una riflessione, ci fa pensare che l'importante è cercare di riuscire ad apprezzare anche le piccole cose che, anche se alle volte facciamo fatica a non dimenticare, sono veramente il sale ed il piacere della vita.

Non ci disperiamo se non ci sarà possibile fare dei grossi regali, potremmo sempre rifarci l'anno prossimo o quando i tempi saranno migliori. Per adesso godiamoci quello che di buono c'è stato riservato, augurandoci di trascorrere tutti insieme alla nostra famiglia un buon Natale.