Dormi dormi

Dormi dormi

Celebre ninna nanna per il Bambinello. La denominazione ufficiale della canzone è Fermarono i cieli ma si è scelto di intitolarla con l'incipit del ritornello, secondo una consuetudine popolare ormai consolidata. Di tale brano si tramandano più versioni, non sempre del tutto concordi.

 

Fermarono i cieli la loro armonia,
cantando Maria la nanna a Gesù.
Con voce divina, la Vergine bella,
più vaga che stella, cantava così:

Dormi, dormi,

fa’ la ninna nanna, Gesù.

Mio Figlio, mio Dio, mio caro tesoro,
Tu dormi e io moro per tanta beltà.
Si desta il Diletto, e tutto amoroso,
con occhio vezzoso, la madre guardò.


Dormi, dormi,

fa’ la ninna nanna, Gesù.

Ah, Dio! Alla madre quegli occhi, quel guardo,
fur lampi, fu dardo che l’alma ferì.
E tu non languisci, crudel alma mia,
vedendo Maria languir per Gesù.


Dormi, dormi,

fa’ la ninna nanna, Gesù.

Che aspetti? Che pensi? Ogni altra bellezza
è fango, è bruttezza: risolviti, orsù.

Sì, sì, già trionfa, Amor del mio seno

non più verrò meno per falsa beltà.
Dormi, dormi,
fa’ la ninna nanna, Gesù.

Se tardi v’amai, Bellezze Divine,
ormai senza fine per Voi arderò.
Il Figlio e la Madre, la Madre col Figlio,
la rosa col giglio quest’alma vorrà.

Dormi, dormi,
fa’ la ninna nanna, Gesù.