Matrimonio: Come scegliere l'abito da sposa

Come scegliere l'abito da sposa? Lungo o corto? Bianco ghiaccio o avorio? Etnico o romantico? Con o senza strascico?

Sono alcuni dei tanti interrogativi in cui si dibattono una sposa e la sua famiglia nel momento della scelta dell'abito da sposa: l'abito più importante nella vita di una donna: tant'è vero che in tutte le sfilate dei grandi stilisti l'ultimo modello in passerella è sempre un abito da sposa.

Dunque, se già la scelta di un vestito normale può presentare qualche problema, perchè oltre ai requisiti dell'eleganza e originalità deve avere anche quelli di praticità e comodità, diventa complicatissima.

Non bisogna dimenticare che va indossato per almeno sette od otto ore e deve risultare sempre perfetto sia all'occhio impietoso delle macchine fotografiche sia alle lingue biforcute delle amiche.

Per non parlare delle conseguenze rovinose di avverse condizioni meteorologiche e degli inevitabili moti interiori (agitazione, sudore, emozioni).

Inoltre, mentre un tempo la caratteristica de la robe de mariée era rappresentata da un'estrema e forse un po' noiosa classicità, ora sempre più si sta affermando il tono fantasioso ma elegante del costume teatrale da cerimonia.

A questo punto l'unica che può risolvere dubbi e incertezze generali è la sarta specializzata in abiti da sposa, ammesso però di accettarne i consigli e di rimettersi al suo parere.

Spesso, grazie alla sua autorità, all'esperienza ma anche alla inevitabile confidenza con la cliente sarà l'unica capace di convincere la sposa a perdere quel chilo di troppo per il giorno del sì, mentre in un batter d'occhi risolverà tutti i problemi degli accessori, dai guanti alla biancheria intima, dal velo alle scarpe.