Matrimonio - Ricetta Torta Nuziale

La torta nuziale, nei matrimoni di oggi , non viene più confezionata in casa ed è raro trovare la ricetta nei moderni libri di cucina. Per chi desiderasse avventurarsi nella realizzazione di questa torta, ecco la tradizionale ricetta della torta nuziale.

Proporre la torta di matrimonio è un'usanza che si è maggiormente diffusa in Italia a partire dagli anni cinquanta, tanto da diventare uno dei momenti più importanti dopo la cerimonia vera e propria.

La scelta può ricadere tra una torta a un piano molto grande, una a più piani a numero dispari fino ad arrivare ad un massimo di sette, una torta americana molto artistica fatta di una base di pan di spagna e una copertura decorativa fatta di pasta di mandorle o pasta di zucchero, la torta anglosassone composta da una serie di cubi o cilindri sovrapposti in modo da formare una piramide e decorata con eleganza con materiali diversi.

Anche le decorazioni si possono scegliere in base alla torta, al tema e ai colori scelti per il matrimonio, magari ispirandosi ai fiori utilizzati per gli addobbi o alla location del ricevimento.

Le più classiche sono quelle nelle tonalità del bianco, dell'avorio o comunque di colori molto tenui, ma se si opta per una torta stile americano allora la pasta di mandorle può avere anche una svariata moltitudine di colori accesi.

Per quanto riguarda il gusto è sempre meglio decidere per qualcosa di molto semplice e delicato per poter soddisfare il gusto di tutti gli invitati, facendosi consigliare dal pasticciere per rispecchiare al meglio anche la stagione in cui viene svolta a cerimonia.

Ricetta della torta nuziale

Occorrente: tre torte di pasta Margherita, la prima di cm. 32 di diametro, fatta con 8 uova; la seconda di cm. 22 di diametro, fatta con 6 uova, la terza di cm. 12 di diametro fatta con 4 uova; per ogni uovo calcolate gr. 30 di zucchero, gr. 40 di fecola di patate, gr. 20 di burro fuso, scorza di limone grattugiata q.b.

Per farcire: due barattoli di marmellata di albicocche.

Per inumidire, uno sciroppo freddo fatto con 3 cucchiai di zucchero, 3 cucchiai di acqua, un cucchiaino di rhum.

Per ricoprirle: Kg.1 di pasta di marzapane (già pronta dal pasticciere) .

Per decorare: a scelta confetti, roselline di zucchero, mazzetti di fiori d'arancio e colombe q.b., una glassa reale fatta con gr. 200 di zucchero a velo, mezza chiara d'uovo, un cucchiaio di succo di limone. Esecuzione: si tagliano a metà le tre torte, si inumidiscono con un cucchiaio di sciroppo, e poi si farciscono con la crema.

La pasta di marzapane si spiana facilmente posandola sopra un foglio di carta oleata cosparso di zucchero. Si copre la torta con la sfoglia di marzapane, si taglia con una forbice l'eccedente e si dispone su un piatto.

Si riempie di glassa la siringa da pasticceria e si fanno le decorazioni completandole con confetti o altro.