Matrimonio - Quali documenti servono?

I documenti necessari per il matrimonio civile sono l'atto di nascita in carta da bollo e i certificati di stato civile, di cittadinanza e residenza. Poi nella sala comunale, alla presenza di due testimoni, l'ufficiale di stato civile (sindaco o un assessore con delega) dichiara le parti unite in matrimonio e redige l'atto, firmato da tutti i presenti, che viene iscritto nel registro dello stato civile.

Invece per il matrimonio religioso (parliamo sempre di religione cattolica), detto anche concordatario, perché regolato dal Concordato del 1929 tra Stato e Santa Sede, oltre ai documenti necessari per il matrimonio civile vanno aggiunti gli atti di battesimo e di cresima, la dichiarazione di stato libero rilasciata dalla diocesi, la dispensa in caso di impedimenti previsti dal diritto canonico.

La cerimonia viene' celebrata in chiesa da un ministro del culto cattolico e acquista efficacia civile mediante la trascrizione nel registro di stato civile entro 5 giorni dall'atto di matrimonio, firmato dai testimoni, dagli sposi e dal sacerdote. Per quanto riguarda i matrimoni misti, è necessario innanzitutto chiedere il nulla osta al proprio Stato di appartenenza. Nel caso i due sposi siano di religioni diverse, la curia accetta il matrimonio tra un cattolico e un appartenente ad altra religione, riponendo fiducia nella parte cattolica perché educhi i figli secondo questo credo.