Quiz di Halloween

Uno dei modi migliori per festeggiare Halloween è certamente quello di trascorrerlo con gli amici organizzando una festa in casa con pietanze e giochi a tema.
Ideefesta vi propone un quiz, interamente creato da noi, per vivacizzare questa serata e renderla paurosamente speciale.

Il quiz di Halloween che vi suggeriamo è pensato per adulti, in quanto contiene domande riguardo film, musica, letteratura, folklore e tradizioni varie.

Si struttura in 13 domande (piccolo richiamo alla superstizione americana sul numero 13...), potete giocare sia singolarmente che a squadre e vi forniremo anche le risposte alla fine di ogni domanda.

Ovviamente, se avete a disposizione il mattatore del gruppo, quello che crea attimi di suspance e qualche risata, affidategli il compito del conduttore!!!

Benissimo, che il quiz di Halloween abbia inizio.

1. Da dove deriva il nome Halloween?

a) dall'espressione All Hallows Eve

b) dal nome di un famoso sacardote Al Win

c) dall'incisione su una zucca Hallo winter

d) una danza delle streghe

(la risposta corretta è la A. Halloween deriva dalla contrazione dell'espressione “All Hallows Eve”, ovvero la notte di Ognissanti)

2. Perchè si dice “Dolcetto o scherzetto”?

a) è una tradizione secondo la quale i bambini portano fortuna alle case che visitano

b) ricorda l'abitudine dei folletti di fare scherzetti, credenza tipica irlandese

c) rimanda al girovagare dei primi cristiani a chiedere dolci in cambio di preghiere per i defunti

d) è un modo per allontanare i bambini dalle case per non fargli incontrare i defunti che visitano le famiglie in quella notte

(la risposta corretta è la C. Si ricorda infatti l'usanza dei primi cristiani di andare in giro per i villaggi chiedendo un tipico dolce con uva passa offrendo preghiere per le anime dei defunti delle famiglie dei donatori.)

3. Chi ha realizzato una cover di “This is Halloween”, brano tratto da The Nightmare Before Christmas?

a) Marilyn Manson

b) i Metallica

c) gli Iron Maiden

d) Ozzy Osbourne

(la risposta corretta è la A. La cover è presente in una ristampa della colonna sonora del 2006)

4. Qual è la combinazione esatta titolo-anno del primo film della saga horror Halloween?

a) Il signore della notte – 1981

b) Il signore della morte – 1988

c) La resurrezione – 1983

d) La notte delle streghe – 1978

(la risposta corretta è la D. Il primo film della saga horror Halloween è “Halloween – La notte delle streghe del 1978 girato da John Carpenter)

5. Dove ha origine la tradizione di Jack ‘o Lantern?

a) Stati Uniti

b) Irlanda

c) Scozia

d) Inghilterra

(la risposta corretta è la B. Le leggende parlano di un fabbro furbo e avaro, Jack, che per aver avuto l’ardire di sfidare il Diavolo è stato condannato a vagare per l’eternità nelle tenebre. Per farsi luce usava una rapa. Quando però gli irlandesi furono costretti ad emigrare negli Stati Uniti in seguito ad una carestia trovarono le zucche che meglio si prestavano ad essere intagliate ed illuminate dalle candele.)

6. Quali sono i colori tipici di Halloween?

a) Nero e viola

b) Viola e arancione

c) Nero e arancione

d) Nero e cremisi

(la risposta corretta è la C. Il nero rimanda al tema della morte e il buio dell’inverno e l’arancione è un colore simbolo dell’autunno, di cui è frutto la zucca, uno dei simboli di Halloween)

7. Di chi sono le musiche del musical Dracula Opera Rock?

a) Premiata Forneria Marconi

b) Pooh

c) Riccardo Cocciante

d) Giovanni Allevi

(la risposta corretta è la A. Dracula è un musical del 2005)

8. Cosa vuol dire Nosferatu?

a- Assetato di sangue

b- Non morto

c- Anima delle tenebre

d- Dominatore dei defunti

(la risposta esatta è la B. Nonsferatu in romeno significa “non spirato”)

9. Cosa sono le “dita degli apostoli”?

a- Dei maccheroni che si usano fare in Puglia il giorno di Ognissanti

b- Degli involtini tipici di Cremona che si pongono sul tavolo durante la notte tra Ognissanti ed i Morti per accogliere i familiari defunti che visitano la casa

c- Salsicce fatte con i fegatini tipiche dell’Italia meridionale che si preparano durante il mese di novembre

d- Dolci tipici siciliani con ricotta e panna

(la risposta corretta è la D. Le dita degli apostoli sono un dolce siciliano a forma di mano fatto di pasta all’uovo e farcito con crema di ricotta e panna.)

10. Perché ad Halloween ci si traveste?

a- Gli antichi abitanti dei villaggi non volevano essere riconosciuti dagli spiriti dei defunti

b- Per spaventare la morte

c- Per ingannare il demonio che poteva insinuarsi a rubare anime

d- Per vivere un momento di goliardia e di festa nel villaggio festeggiando il capodanno celtico

(la risposta corretta è la A. Nei villaggi si usava travestirsi con maschere spaventose per essere il più simili possibili all’idea degli spiriti in modo da passare inosservati tra i morti)

11. Da dove nasce la leggenda che riguarda i gatti neri e la sfortuna?

a- Da un gatto nero che entrò nell’abitazione di un importante famiglia irlandese e si trasformò nel demonio preannunciando lacrime e disgrazie

b- Da un gatto che bruciò vivo in un villaggio durante la notte del capodanno celtico ma nonostante la carbonizzazione rimasero visibili i suoi occhi di fuoco

c- I gatti neri erano considerati la reincarnazione degli umani e intessevano rapporti con le streghe

d- In origine i gatti neri erano rarissimi e quando ne nasceva uno nei villaggi portava sempre disgrazie e pestilenze.

(la risposta corretta è la C. Si tratta di una leggenda che attinge al capodanno celtico e che vedeva le anime degli uomini intrappolate nei corpi degli animali. Durante la notte di Halloween venivano liberate e vagavano tra le popolazioni.)

12. Quante erano le porte a cui originariamente dovevano bussare i bambini durante la notte di Halloween?

a. 3, perché rappresentava la triade del triskell

b. 13, numero sfortunato nella tradizione anglosassone

c. 17, come numero benaugurante

d. 9, perché era il prodotto del 3 moltiplicato per se stesso, quindi perfezione e fortuna

(la risposta corretta è la B. Il 13 era considerato un numero foriero di disgrazie e quindi i bambini bussando a 13 porte chiedendo “Dolcetto o Scherzetto?” esorcizzavano il suo potere negativo e spaventavano chi non gli dava nessun dolce.)

13. Qual è la città italiana delle streghe?

a- Lucera

b- Benevento

c- Abbasanta

d- Salandra

(la risposta corretta è la B. Benevento è famosa per essere la città delle janare, ovvero le streghe. Pare si riunissero nei pressi del fiume Sabato attorno ad un grande noce a consumare riti dionisiaci e sabba. Si narra anche dei riti della tribù dei Samentas, che riunitisi nei boschi festeggiavano e celebravano riti officiati da sacerdotesse definite streghe dalla Santa Inquisizione.)