Giochi di carte: Mercante in Fiera

Mercante in Fiera è un gioco basato su carte particolari con disegnate curiose figure. Esistono mazzi di carte personalizzati per il Mercante in Fiera, caratterizzati dalle figure più disparate (animali, costumi, personaggi mitologici), ma si può giocare anche con delle comuni carte da poker o con le piacentine.

Per giocare a Mercante in Fiera, occorrono due mazzi di carte da 40 o da 52 carte ciascuno. A questo gioco può partecipare un numero illimitato di persone, partendo d-a un minimtidi quattro. Per praticità scegliete due mazzi di carte con il dorso diverso.

 

Regole per giocare a Mercante in Fiera

Prima di iniziare, ciascuno versa un gettone (che può anche essere rappresentato da un bottone) come posta. Uno dei giocatori, meglio quello che riesce a essere piú convincente, assume il ruolo di mercante e mescola separatamente i due mazzi di carte. Poi distribuisce uno dei due mazzi ai giocatori, consegnando tre o piú carte a testa (a seconda del numero dei partecipanti) ma badando che gliene rimanga in mano una ventina.

Le carte del mercante verranno vendute al miglior offerente, a gruppi di due, tre o piú carte, fino a esaurimento del mazzo. Terminata la vendita, il mercante divide il montepremi in tre parti diverse e prende il secondo mazzo di carte. Da questo toglie tre carte che mette, coperte, al centro del tavolo con sopra le varie quote del montepremi, piú ricco sulla prima carta, di valore intermedio sulla seconda e la quota piú piccola sulla terza (funziona come nella tombola: L'ambo ha sempre un premio molto piú basso delle altre combinazioni).

A questo punto, il mercante comincia a girare le carte del secondo mazzo mostrandole a tutti. ll giocatore che ha in mano la carta uguale a quella girata deve scartarla. Quando il mercante non avrà piú carte, sul tavolo ci saranno le carte uguali a quelle rimaste in mano ai giocatori.

ll mercante le scopre una alla volta, consegnando la quota di montepremi che vi è posata sopra al possessore del la carta corrispondente. Per rendere il gioco piú emozionante e vivace, nella seconda fase del gioco (distribuzione delle carte del secondo mazzo) ogni tanto il mercante può concedere una breve pausa consentendo ai giocatori di fare trattative private: si potranno comperare, vendere o scambiare carte. È anche permesso possedere carte in comproprietà.