Maschera di Carnevale in Cartapesta

Maschera di Carnevale in Cartapesta

La cartapesta è un ottimo materiale per realizzare maschere per carnevale

 

Per preparare la cartapesta occorrono solamente due materiali semplici e comuni come la colla e la carta. 1 tipi di colla che si possono usare sono molti, ma il più usato è quello per tappezzieri. È importante scegliere la dose giusta per ottenere una colla molto forte, con minore percentuale di acqua, per un essiccazione rapida senza perdita di volume. La carta dei giornali quotidiani è quella che dà le migliori prestazioni per ottenere della buona cartapesta. Si strappano i giornali in pezzetti piccoli e si mettono a macerare in un recipiente di acqua per circa quindici giorni.

Si tolgono dall'acqua e si strizzano il più possibile, formando delle piccole sfere che vengono pestate con un martello sopra un piano, ottenendo una poltiglia finissima che si conserva anche per alcuni mesi in sacchetti di nylon ben chiusi. Al momento dell'uso, si unisce al composto la colla, sino ad ottenere una pasta appiccicosa e malleabile come creta: questa e la cartapesta pronta per la costruzione della maschera.

 

La costruzione di una maschera in cartapesta, necessit a della realizzazione di un modello o prototipo di base m creta o plastilina. Questo si usa per l'applicazione della cartapesta, che viene modellata con un leggero strato sopra il prototipo della maschera, lasciando poi asciugare il tutto. Ma, con questa tecnica, si possono realizzare una o due maschere, poiché la creta e la plastilina con il contatto della cartapesta, si rovinano e perdono il modellato. Per evitare questo, si realizza lo stampo in gesso, che permetterà di realizzare più copie della stessa maschera. 

1 - Realizzare il modellato su una base di legno, tenendo sempre presente le misure del viso di chi indosserà la maschera.

2 - Tracciare al centro una linea verticale e quelle trasversali per sopracciglia, naso e bocca.

3 - Le caratteristiche del viso possono essere delle forme e delle dimensioni più vane, dando vivacità e personalità alla maschera.

4 - Tracciare con un segno la creta per delimitare il contomo della maschera, tenendo presente la forma del viso.

5 - Appoggiare la maschera su una tavoletta rettangolare e inchiodare ai lati quattro assicelle di legno, rinforzando gh spigoli con del nastro adesiva

6 - Versare il gesso Uquido lentamente nella scatola, riempiendola sino all'orlo.

7 - Quando il gesso è asciutto, schiodare le assicelle, capovolgere lo stampo, estraendo la creta e pulendolo bene.

8 - Ungere bene l'interno dello stampo con crema di vaselina e rivestirne le pareti con la cartapesta, strato dopo strato, sino ad arrivare allo spessore di 1 cm.

9 - Quando la cartapesta è asciutta, la maschera si sfila con facilità; se si avverte qualche resistenza vuol dire che è ancora umida.

10 - Per correggere le imperfezioni, usare lo stucco per legno. Alcune mani di vinavil rendono la maschera perfettamente liscia e pronta ad essere decorata con qualsiasi tipo di colore.